Resoconti finali: UNDER 15


Nell'anno in cui ci ha lasciato Dimitri Broscenco che a breve giocherà le finali nazionali Under 15 Eccellenza con la Virtus Siena, i 2004-2005 dell'Argentario Basket erano chiamati ad un punto di svolta nel loro cammino cestistico giovanile. Sostituire il giocatore con più punti nella mani e rimbalzi della squadra non era per niente facile, soprattutto rimanendo con gli stessi nomi della rosa. L'anno passato nella prima fase siamo arrivati secondi per differenza canestri con Grosseto e riconfermarsi sarebbe stato un ottimo traguardo. Sparita Follonica, con la Pielle Livorno nell'altro girone, una Grosseto rinforzata e fisicamente superiore ai nostri e Rosignano in netta crescita siamo stati bravi a stringere i denti e giocarci proprio con questi ultimi l'accesso alla seconda fase tra i primi. La differenza canestri stavolta ci ha detto bene e il 2° posto è stato meritato. La fase seguente è stata dura e agonisticamente parecchio tosta; sono state più le sconfitte che le vittorie, ma mentre con le prime due classificate, Certaldo e S.Miniato, non c'è stata storia anche se almeno per un match a testa abbiamo retto finchè potuto, contro le altre 4 (Reggello, Massa e Cozzile, Mugello e Pielle Livorno) siamo riusciti a vincerne 4 su 8, con una vittoria ed una sconfitta contro ognuna, con la differenza canestri a nostro favore in 3 scontri su 4. Un buon piazzamento quindi che ci permetterà di vedere la prossima annata con ancora più voglia di dimostrare il nostro valore. Ad oggi abbiamo tutte le carte in regola per disputare un Under 16 Elite, torneo difficile ed impegnativo, ma che farà fare un ulteriore salto di qualità ai ragazzi.

Per quanto riguarda i singoli non ci sono state evoluzioni particolari. Sicuramente ha trovato più minuti Alocci con la partenza di Broscenco, ma per il resto Busonero ha ruotato un pò tutti nel quintetto iniziale a seconda dello stato di forma dei ragazzi. Forse è stata proprio una mancanza di riferimento degli avversari su nostri giocatori a fare la differenza in molti incontri. Ben 7 oltre i 20 minuti di media giocati a partita, 9 oltre i 17, con Della Monaca con quasi 28 a partita. Per punti segnati solo due con oltre i 10 di media (Della Monaca e Solari), mentre in tre oltre i 5 rimbalzi a partita (Paolini, Della Monaca e Costaglione). Nella valutazione Della Monaca oltre i 10, poi Solari e Ballerano. Nelle percentuali totali siamo passati dal 40% ai liberi ad oltre il 50% dagli U14 agli U15, ma abbiamo avuto una flessione sia da 2 che da 3 di quasi 2 punti percentuali. Fisicamente siamo inferiori a qualsiasi avversario visto che ci mancano centimetri con diversi ragazzi che ancora non sono entrati nell'età dello sviluppo. Come sempre abbiamo sopperito a queste mancanze con una maggior organizzazione difensiva. Oltre alla pressione a tutto campo abbiamo consolidato i concetti della 2-3 e siamo riusciti ad evere ottime cose sul finale di stagione con la 3-2 che ci permette di essere più presenti sugli angoli di tiro avversari. Per il prossimo anno speriamo in una crescita fisico-atletica che ci permetta di giocare un campionato da metà classifica. I 2000 quando tre stagioni fa parteciparono all'U16 Elite finirono l'annata con 11 vittorie e 17 sconfitte: speriamo di fare leggermente meglio...