Up & Down del weekend - n°16


UP

Nicola Pelosi (Under 18): raggiunge la doppia cifra nei rimbalzi nel match contro Follonica e questo è più che positivo visto che i suoi centimetri fanno comodo sotto canestro. Dovrebbe crearsi una dimensione dentro l'area soprattutto in attacco come punto di riferimento e lo scorer essere riempito con qualche altra voce positiva...

Francesco Della Monaca (Under 15): diciamo che si guadagna la citazione in questa classifica per l'ottimo primo tempo giocato a Reggello grazie a 14 punti. Nella ripresa però sparisce subendo la pressione difensiva avversaria che lo bolla nei secondi 20 minuti. Non è un giocatore, ad oggi, su cui si può contare quando il gioco si fa duro...

 

DOWN

Gabriele Paolini (Under 15): purtroppo non fa canestro in nessun modo possibile ed immaginabile e lo 0/6 al tiro a Reggello ne è la prova. E' un ragazzo che non gli manca di certo la voglia di arrivare mezz'ora prima in palestra e provare le cose che in partita non gli riescono. La volontà di fare c'è, ma non basta e non tutti riescono a raggiungere gli stessi risultati. Deve lavorare, e parecchio, sulla reattività, perchè sia in attacco che in difesa sembra essere un secondo indietro a qualsiasi tipo di avversario...

Lorenzo Costaglione (Under 15/Under 14): si deve mettere in testa che certe cose non può farle. Sull'impegno nulla da dire, perchè è un giocatore che non si tira mai indietro. Però non ha i mezzi atletici e la coordinazione per fare ciò che vorrebbe. Arrivano spesso palle perse, infrazioni e falli proprio perchè vuol fare il passo più lungo della gamba. A Reggello 7 perse che si potevano evitare, a Ghezzano 8 perse con l'attenuante del poco apporto dei compagni...

Leonardo Cerulli e Giordano Picchianti (Under 13): quando si torna da un infortunio è bene rientrare piano piano nel gioco limitandosi a fare cose semplici. Se invece vogliamo subito fare canestro e cercare con la palla di effettuare numeri d'applausi spesso la cosa non riesce. Contro Pontedera 10 palle perse per il primo con 1/5 al tiro, 0/4 per il secondo non hanno contribuito di certo positivamente...

Esordienti (foto): a Colle Val D'Elsa non abbiamo demeritato contro quintetti più forti fisicamente, atleticamente e di un anno più grandi. Male è andata quando a scendere in campo per gli avversari sono stati coetanei del 2008. Ecco, in questa situazione si è vista parecchia approssimazione e mancanza di fiducia nelle proprie capacità...