Up & Down del weekend - n°3 (2019-20)


UP

Paolo Avvento (Under 18 - foto a destra): un'altra prova di alto livello soprattutto nei primi 10 minuti di gioco. Top scorer contro Follonica con 32 punti, riesce sempre a trovare la via del canestro dentro l'area avversaria...

 

Gianmarco Picchianti (Under 18 - foto a sinistra): il 7/12 da 3 è una performance balistica di tutto rispetto e il 4/7 da 2 completa la sua prestazione per un totale di 30 punti e 31 di valutazione. Se non forza al tiro la squadra ne beneficia parecchio...

 

Diego Fanciulli (Under 16 Gold): nella vittoriosa trasferta contro Sinalunga è difficile menzionare un giocatore, ma se proprio bisogna farlo Diego è riuscito finalmente a sbloccarsi rimanendo in certi frangenti un fattore sia in difesa che in attacco: 7 punti, 5 rimbalzi, 3 recuperi, per un totale di 12 di valutazione. Fosse sempre così...

 

Nicolas Amato (Under 14): quando non ha avversari della sua stazza diventa immarcabile. A Perignano fa registrare 41 di valutazione (che è la più alta per qualsiasi nostro giocatore in questa stagione) frutto di 26 punti, 19 rimbalzi e 6 stoppate. Cifre da Shaquille O'Nicolas...

 

Leonardo Cerulli (Under 14): doppia-doppia da 14 rimbalzi e 11 recuperi, condita da 6 assist a Perignano. Peccato per la percentuale al tiro (1/12) che sporca la valutazione finale. Deve regolarsi nelle conclusioni, perchè viaggia con una media del 18% da 2 e del 12% da 3. Meno tiro sicuramente...

 

Federico Costaglione (Under 13): anche ad Arcidosso numeri importanti contro avversari più grandi di un anno: 24 punti, 10 rimbalzi, 8 recuperi e 3 assist. Il doppio campionato spesso è un compito impegnativo, ma lui stecca quasi mai...

 

Tommaso Amato (Esordienti): finalmente una partita dove tira con pecentuali più che accettabili. Il 10/13 a Livorno contro l'Invictus gli permette di realizzare 23 punti e di risultare il top scorer dell'incontro. Potrebbe sempre farlo, basta volerlo...

 

 

DOWN

Mattia Cillaroto, Edoardo Bondi, Francesco Scotto (Under 15): anche se i primi due sono 2006, contro un avversario di un anno più grande, non si può essere poco combattivi ed imprecisi come lo si è stati nella trasferta di Siena. Zero rimbalzi in tre, nessun tiro a canestro per Edoardo, 5/21 per gli altri due, 14 perse insieme. Il totale della valutazione è -16. Parlano questi numeri...

 

Filippo Bocchia (Under 13): ad Arcidosso doveva sostituire Tommaso Amato in parte, almeno in attacco, ed invece la giornata non finisce nei migliori dei modi: 0/6 al tiro e 4 perse, per una valutazione di -7. L'età non aiuta di certo nel darsi sempre i giusti stimoli per ogni uscita. Il tempo porterà quell'esperienza necessaria...