Arbitro assente, 400 km a vuoto


Lo scorso anno Carrara dovette tornare a casa, quest'anno invece è toccato a noi. Che nel 2011 si debba ancora affrontare una lunga trasferta per poi non trovare l'arbitro designato è veramente ridicolo. Nell'era dei cellulari e di internet succedono ancora queste cose. Famiglie che si svegliano alle 7 di mattina, affrontando pioggia e soprattutto mettendoci disponibilità e pazienza. Insomma, i soliti discorsi ma che lasciano il tempo che trovano visto che i problemi rimangono. E pensare che questo incontro non venne giocato alla quarta di campionato per indisponibilità del campo pisano. La FIP aveva bisogno di sapere subito la data di recupero. E questo è il bel regalo di natale. Questa volta però l'Argentario Basket vorrà tornare a Pisa, per giocare la sua partita. Lo scorso anno Carrara rinunciò nel tornare all'Argentario: morale della favola, partita annullata, niente multa per gli ospiti, niente rimborso e "tappa che fa freddo." Chi ci rimise fummo noi che venimmo privati di giocare una partita. Alla luca dei fatti, vogliamo il rimborso della trasferta.
Grazie.